Regione Lombardia promuove lo screening gratuito per l’Epatite C per i nati tra il 1969 e il 1989. 

Fonte ECDC – https://www.ecdc.europa.eu/en/hepatitis-c

Perché è importante aderire allo screening?

L’epatite C è una malattia infettiva che può avere conseguenze gravi
L’Epatite C cronica da HCV è la principale causa di cirrosi e cancro al fegato in Italia
Lo screening consente di individuarla con un semplice prelievo
L’Epatite C cronica da HCV è un’infezione che può rimanere asintomatica per molti anni
È disponibile una terapia?

Sì. Una diagnosi precoce ne ottimizza l’efficacia

EPATITE C

L’Epatite C cronica da HCV è un’infezione che non dà sintomi, ma è la principale causa di cirrosi e tumore del fegato in Italia. 

In Italia, fino al 2015, per le conseguenze di questa patologia moriva 1 persona ogni 30 minuti. Si stima che nel nostro Paese tra l’1% e 1,5% circa della popolazione ne sia affetta.

Oggi, fortunatamente, sono disponibili cure con farmaci che, somministrati per via orale per 8-12 settimane, portano alla guarigione in oltre il 95% dei casi, senza significativi effetti collaterali. 

In particolare, si stima che circa 150.000 persone presentino l’infezione da HCV in Lombardia, dove oltre 50.000 sono già state trattate con successo. Molti casi però rimangono non diagnosticati.

CHE COS’È

L’epatite C cronica da HCV (Hepatitis C Virus), è un’infezione causata da un virus che colpisce il fegato causandone un’infiammazione che tende a cronicizzare.

Molte persone sono inconsapevoli di essere affette da Epatite C o non sono mai state indirizzate presso un Centro di cura.

L’infezione spesso è asintomatica. La cronicizzazione avviene nell’80-85% dei casi e può condurre alla progressiva cicatrizzazione del fegato (fibrosi) e, infine, alla cirrosi, fattore di rischio per lo sviluppo del tumore del fegato.

COME SI DIFFONDE

L’Epatite C è un’infezione che si trasmette per via ematica e quindi attraverso pratiche e comportamenti che possono veicolare sangue o liquidi biologici infetti.

Attualmente non esiste un vaccino, l’unica prevenzione disponibile è evitare contatti con fluidi biologici.

LO SCREENING GRATUITO

Per poter effettuare una diagnosi precoce e intervenire tempestivamente contro questa infezione, il Ministero della Salute ha promosso lo screening per Epatite C in tutti i soggetti nati tra il 1969 e il 1989, che non hanno mai assunto farmaci orali di ultima generazione per il trattamento dell’Epatite (disponibili dal 2015). 

Lo screening è offerto ai cittadini che accedono ai Punti Prelievo e ai pazienti ricoverati nelle strutture dell’ASST Melegnano e della Martesana, qualora rientrino nelle categorie indicate.

Il test prevede un prelievo di sangue per la ricerca degli anticorpi contro l’Epatite C, effettuato insieme agli esami del sangue di routine, ed è raccomandato a tutti i nati tra il 1969 e il 1989 che non hanno mai assunto i farmaci orali contro l’Epatite C.

Sono particolarmente a rischio:

  • Persone emotrasfuse o sottoposte a interventi chirurgici prima degli anni ‘90
  • Persone sottoposte a procedure odontoiatri che o estetiche (tatuaggi) a basso standard di sterilizzazione
  • Personale sanitario
  • Familiari e partner sessuali di persone con HBV o HCV
  • Persone che usano, o hanno usato, sostanze stupefacenti per via iniettiva o inalatoria
  • Emodializzati ed emofiliaci che abbiano ricevuto emoderivati prima degli anni ‘90
  • Persone che abbiano avuto rapporti sessuali occasionali
  • Immigrati provenienti da aree a maggior rischio di infezione da HCV (Egitto, Pakistan, Afghanistan, Medio Oriente)
  • Bambini nati da madri con infezione da HBV o HCV
  • Persone con infezione da HIV o HBV

IL TEST PER L’EPATITE C

Il test prevede un prelievo di sangue per la ricerca degli anticorpi anti-HCV. In caso di esito positivo, sullo stesso campione di sangue nel laboratorio dell’ASST è effettuata la ricerca di HCV-RNA per la conferma diagnostica.

Se il test risultasse positivo verrà contattato/a dal personale della nostra ASST per completare gli esami diagnostici e per intraprendere il percorso di terapia.

COSA FARE

  1. Effettua lo Screening gratuito mediante Test su prelievo venoso, consegnando il consenso informato disponibile al Punto prelievi
  2. Ti verrà consegnato un referto insieme all’esito degli altri esami ematici
  3. In caso di positività, verrai ricontattato dal Centro Specialistico di Epatologia dell’ASST per avviare il percorso di guarigione dall’Epatite C
  4. Sarà cura del Centro:
    • provvedere al riconoscimento dell’esenzione per patologia
    • prescrivere tutti gli esami necessari
    • dare inizio al trattamento antivirale

Per scaricare la locandina, la brochure e “cosa fare” clicca qui [https://www.ats-milano.it/notizie/screening-gratuito-epatite-c-hcv]

DOVE

Lo screening è attivo a partire da venerdì 20 maggio 2022 nei reparti di degenza e a partire dal lunedì 6 giugno 2022 nei Punti Prelievo dell’ASST.

SEDI E ORARI DI APERTURA PUNTI PRELIEVO

Le sedi dei Punti Prelievo sono le seguenti:

Ospedale “Zappatoni” di Cassano d’Adda

Via Q. Di Vona 41, 20062 Cassano D’Adda 

Ospedale “Uboldo” di Cernusco sul Naviglio

Via Uboldo 21, 20063 Cernusco sul Naviglio

Presidio Socio Sanitario Territoriale di Gorgonzola (PreSST)

Via Vincenzo Bellini 5, 20064 Gorgonzola

Ospedale “S. Maria delle Stelle” di Melzo

Via Volontari del Sangue 5, 20066 Melzo

Presidio Ospedaliero Territoriale di Vaprio D’Adda (POT) “Crotta Oltrocchi”

Via Don Moletta 22, Vaprio D’Adda

Ospedale di Vizzolo Predabissi

Via Pandina 1, 20070 Vizzolo Predabissi

Poliambulatorio Territoriale di San Giuliano Milanese 

Via Cavour 15, 20098 San Giuliano Milanese

Poliambulatorio Territoriale di Peschiera Borromeo

Via Matteotti 25, 20068 Peschiera Borromeo

Poliambulatorio Territoriale di Paullo
Via Mazzini 17/19, 20067 Paullo

Poliambulatorio Territoriale di Melegnano

Via Pertini 1, 20077 Melegnano

Poliambulatorio Territoriale di San Donato Milanese

Via Fermi 1, 20097 San Donato

Gli orari di apertura sono disponibili qui [nuovi orari punti prelievo asst melegnano martesana]